Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
13 novembre 2011 7 13 /11 /novembre /2011 14:19

Chi al giorno d’oggi pratica attività subacquea, anche solo a livello ricreativo, non fa generalmente 414119_Icon_HD.pnga meno di un computer subacqueo.

Con questo utilissimo strumento, il sub riesce a pianificare in modo quasi perfetto i parametri da rispettare durante la propria immersione, come ad esempio il tempo massimo di immersione, la profondità massima oppure i tempi di risalita.

Ad oggi, nei moderni computers subacquei i guasti sono divenuti rarissimi; tanto che i modelli più avanzati eseguono auto-test e controllano la carica della batteria.

Tuttavia una domanda sorge comunque spontanea. Cosa accade se un computer dovesse smettere di funzionare mentre siamo in immersione?

In linea generale, le opzioni suggerite dagli esperti sono sostanzialmente due.

1)      La prima è quella di iniziare immediatamente la risalita in modo normale. Se si è rimasti ben entro i limiti del computer si riemergerà senza alcun problema.

A questo punto se volessimo reimmergerci in modo ripetitivo avremmo due opzioni ulteriori.

Se avessimo preso il tempo e la profondità dal computer appena guastatosi, potremmo continuare ad immergerci attraverso la tabella che costituisce il Pianificatore di Immersioni Ricreative.

Se invece volessimo riprendere ad immergerci con un altro computer, allora saremmo costretti ad attendere un intervallo di almeno 12/24 ore, in modo che il nostro corpo abbia tutto il tempo di smaltire l’azoto in eccesso.

2)      La seconda opzione è quella di utilizzare contemporaneamente (fin dalla prima immersione nel caso di immersioni ripetitive) due computers.

Grazie ai costi più contenuti rispetto al passato, oggi quasi tutti i subacquei incalliti ricorrono all’ausilio di due computers, in modo che in caso di guasto di uno si possa fare affidamento sull’altro di “scorta”.

E comunque, se fossimo talmente sfortunati che si rompessero entrambi, potremmo comunque applicare l’opzione descritta al punto 1).

Condividi post
Repost0

commenti